Cos'è ASSOBAR

La nobile Associazione di Bar, Caffè, Pasticcerie ed esercizi similari della Provincia di Roma. Dal 1944 associati del calibro di Palombini, Doney, Canova, Caffè Greco, Rosati a Piazza del Popolo, Vanni e molti altri sono insieme a tutti gli altri associati per compiere ogni giorno insieme un silenzioso lavoro dietro le quinte, a risoluzione delle problematiche della categoria.

Separator

Per chi?

Per te che sei un Esercente di Roma e Provincia, che ogni giorno apre e chiude la sua Attività e affronta ogni situazione e difficoltà. Non sei più solo. Associarti ad ASSOBAR significa alleggerire gli impegni, avere supporto e consulenza e, soprattutto, dare a te stesso ed agli altri il chiaro segnale che sei una persona che affronta e vuole essere superiore ai problemi e le difficoltà dell'attività.

Separator

3 buoni motivi per associarti ad ASSOBAR

Consulenti sempre a disposizione per tutte le Aree di gestione della tua Attività

  1. Una linea strategica ed una voce autorevole nel Commercio di Roma e Provincia
  2. Soluzioni e sviluppo dell'attività con un solo interlocutore.

Risparmia tempo...
risparmi soldi e guadagni un'attività di successo!

 

VADEMECUM CONTROLLI STRUMENTALI GUARDIA DI FINANZA

GdFVogliamo dare delle linee guida ai nostri clienti in merito alle visite della Guardia di Finanza riguardanti i controlli cosiddetti strumentali.

Ogni attività commerciale in cui è imposto l'utilizzo del misuratore fiscale deve essere in possesso dei seguenti documenti che non possono mai uscire fuori dall’esercizio:


• Libretto di dotazione del registratore di cassa, composto da pagine progressivamente numerate in cui oltre ai... dati dell'azienda, vengono di volta in volta annotate sia le variazione di ragione sociale che le verifiche periodiche effettuate e trascritte dal tecnico.
• Registro dei corrispettivi giornalieri in cui trascrivere dalla chiusura di fine serata l'incasso del giorno.
• Registro per mancato o irregolare funzionamento del misuratore fiscale, su cui annotare l'importo totale pagato da ogni singolo cliente (obbligo di tenuta superato cfr. circolare Agenzia delle Entrate n. 97 del 4 aprile 1997).
• Copia dei documenti relativi alla messa in servizio del misuratore fiscale e ricevuta di ritorno della copia spedita all'Agenzia delle Entrate competente.
Inoltre bisogna essere in grado di esibire sempre la dichiarazione di tenuta della contabilità che vi abbiamo consegnato all’inizio del rapporto.
Tali documenti devono obbligatoriamente essere presenti nel locale e mai portati con se fuori dall’esercizio pena sanzioni severe (una volta chiuso il verbale se gli accertatori indicano l’impossibilità di esibirli da parte del titolare, non abbiamo nessuna possibilità di ricorrere in nessun giudizio) e il titolare o il capoturno o qualsiasi addetto preposto deve essere in grado di poter sempre esibire il tutto, oltre che saper usare il registratore fiscale in caso di richiesta di visione di uno scontrino in memoria anche relativo ai giorni antecedenti la visita degli organi accertatori.
Fateci sapere se non siete un possesso di uno o più documenti sopra elencati perché la mancata presentazione agli organi di competenza determina delle sanzioni serie.